Percorso Menopausa o Andropausa

 

Percorso Menopausa o Andropausa

Le varie fasi terrene di trasformazione e crescita sono diverse e comprendono quelle di Menopausa/Andropausa.

Se da un lato si parla maggiormente di Menopausa riferito all’universo femminile, non si può certo dimenticare la simile, anche se diversa esperienza maschile.

La fase di assoluta trasformazione sembra apparentemente togliere quel senso di potere acquisito in adolescenza, soprattutto con la personale attivazione della sfera sessuale e delle prime esperienze fatte.

 

L’eccessiva identificazione di sé nel sesso del proprio corpo, è legato anche a Sistemi di Credenze spesso limitanti che sono spesso prima causa di tante discordie e liti nelle relazioni sia sentimentali, sia di altro genere.  

Di fatto il nostro DNA come conseguenza del crossing over dei codici ricevuti dai nostri genitori al concepimento, attiva comunque la nascita di una persona tutta nuova, con caratteristiche simili ai propri genitori, ma certo unica e quindi con propria identità.

Nel periodo della Menopausa/Andropasua riferimenti di identificazione positiva nel proprio sesso e ciò che rappresenta per noi, vengono a cadere, tanto da poter perdere con essi la nostra identità o la personale percezione di sé e dello scopo della propria esistenza.

 

La Trasformazione Femminile, o Menopausa, oltre la gestione del cambiamento ormonale, scatenerà tutta la sua influenza anche sulle emozioni e sulla mente che richiederanno una rielaborazione di quanto sta avvenendo sia nel corpo, sia nella propria esistenza, oltre che alla gestione ed attenuazione dei sintomi stessi.

Strano a dirsi la trasformazione maschile invece viene poco riconosciuta.

Quelle crisi di identità per cui uomini prima apparentemente sereni, buttano tutto nella propria vita, sconvolgendo a volte una famiglia intera, magari con un amante ventenne, non è altro che un disperato tentativo di mantenere il proprio senso di identità tramite una pessima e distruttiva elaborazione di quanto sta avvenendo.

Cercare di trattenere ciò che è ormai concluso, sconvolgendo chi ci ama, non è certo la migliore delle soluzioni. 

È possibile invece affrontare in tutt’altro modo sia ciò che succede nel corpo, sia nelle emozioni e nella mente per entrambi i sessi