Perdita del Lavoro e/o Disoccupazione

 

Perdita del Lavoro e/o Disoccupazione

L’improvvisa perdita del lavoro e la conseguente disoccuapazione può essere quando di più drammatico si possa vivere nell’esistenza soprattutto se l’evento arriva senza alcun avviso o sentore di quanto sarebbe accaduto.

L’iniziale e comprensibile reazione di smarrimento, di fragilità per il futuro economico incerto non coglie chiuqnue soprattutto persone la cui competenza e auto stima sono forti.

Cosa fare, come reagire quando le settimane passano, i mesi pure e diventa difficile nonostante la ricerca di un posto di lavoro continua a non portare alcun risultato?

Questo percorso non vuole tanto indicarvi la strada bensì aiutarvi a trovarla più facilmente quando sembra impossibile trovare risposte e risorse interiori per proseguire in modo chiaro ed efficace.

Dare un occhiata alla propria esistenza, guardare a sé stessi in modo nuovo mettendosi in dicussione in modo sano può essere un modo ottimale di reagire mentre si continuano a considerare tutte le opzioni possibili tra vecchio e nuovo impiego. 

Una visione sana di quanto sia possibile, soprattutto relativa all’urgenza di un nuovo impiego in rapporto alle personali responsabilità verso sé stessi e verso le persone care, soprattutto alla propria famiglia quando vi sono figli ancora in casa, è certo quasi sempre la priorità anche se la perdita di un impiego può essere catalizzatore di eventi sia estremamenti negativi/distruttivi, sia estremamente trasformativi a dipendenza della reazione e gestione di quanto accade.

Darsi un quadro d’insieme è quindi fondamentale.

Il nuovo quadro può sembrare estremamente demoralizzante o privo di nuove prospettive ed è quindi facile che lo stress accumulato nella ricerca infruttosa possa sfociare in una depressione dalla quale diviene ufficile uscirne, soprattutto se aggravata da perdita di auto stima ed auto valore.

E in questa fase di vita che è focale riuscire a mantenere lucidità sufficiente per formulare nuovi obiettivi e guardare a quali concrete opportunità possono bussare alla porta se solo ci permettiamo di credere che possano farlo.

Non parlo quindi di inattività, bensì di rinnovata fede e capacità di utilizzare le prorprie capacità quale strumenti di crescita del personale potere, auto stima ed auto valore, tanto da prendere finalmente le redini della propria esistenza senza mai più aver la sensazione che sia in potere altrui decidere per la nostra vita.

Gli eventi che accadono nella nostra vita spesso sono creati inconsciamente da qualcosa che da dentro noi stessi, anche se indirettamente, muoviamo alfine di cambiare quanto sentiamo limitante,  insopportabile o troppo penoso.

Il cambiamento non è sempre negativo e può essere motivo di nuove opportunità che rivoluzioneranno positivamente la nostra esistenza.